L’alimentazione incide anche sulla salute dei capelli: la lista dei cibi da evitare se si ha la cute grassa

I capelli possono risentire della nostra alimentazione e di alcuni cibi che rendono la cute molto grassa, da evitare assolutamente.

Il derma che si trova nella parte sottostante dei capelli è influenzato da fattori interni ed esterni che possono portare a condizioni di salute della pelle e, quindi, degli stessi bulbi piliferi. Ma possono anche determinare la presenza di una cute troppo secca o eccessivamente grassa.

Quali cibi evitare se si ha una cute grassa
Alimentazione e salute dei capelli: i cibi da evitare per chi ha la cute grassa (meltyfan.it)

Questo vuol dire che ci sono prodotti, non solo che si applicano direttamente sui capelli, che hanno funzionalità legate alla salute e al benessere della chioma. I capelli infatti non possono essere trattati in modo del tutto sconnesso dalla cute, bisogna pensare a questa zona del corpo come un insieme. Per tale motivo, se il derma è sano e sta bene anche i capelli saranno splendenti, viceversa saranno invece grassi o troppo secchi.

Alimentazione e salute dei capelli: i cibi da evitare per chi ha la cute grassa

Il problema della cute grassa affligge tantissime persone. C’è chi lava la propria chioma ogni giorno per tenerlo a bada ma senza successo, anzi, la questione sembra peggiorare velocemente. Questo perché non sono solo lo smog, il grasso che si trova nell’ambiente, o le mani tra i capelli a danneggiare tutto, ma anche ciò che introduciamo nel corpo e che ha una reazione diretta.

Cosa mangiare per il benessere di capelli
L’alimentazione ha un ruolo importante nella salute dei capelli (meltyfan.it)

La criticità principale in chi soffre di cute grassa è un lavoro extra della ghiandola sebacea. Non è quindi, come si potrebbe erroneamente immaginare, un fattore legato allo sporco o alla poca cura dei capelli. La cute è così per un motivo: le ghiandole rilasciano un grasso maggiore e questo sporca i capelli. Perché ciò avviene?

Tutto dipende da fattori diversi, può essere legato all’attività alterata degli ormoni, a momenti particolari della vita, oppure a condizioni di salute. C’è anche chi soffre tipicamente di dermatite, prurito ed eritema, fattori molto diffusi quando si parla di capelli. Come elementi esterni bisogna fare attenzione alla tipologia di prodotti usati, allo smog e al sudore, ma una cosa che tutti sottovalutano è l’alimentazione.

Mangiare sano e bene aiuta l’organismo a regolare i processi fondamentali e quindi è essenziale, anche in questo caso, procedere nel modo corretto per ottenere una buona regolazione dei livelli di sebo sul cuoio capelluto. L’ideale è evitare qualsiasi cibo che vada ad aumentare i grassi nel corpo, dunque limitare latte e derivati e prodotti di origine animale. Meglio ridurre in generale tutto ciò che possa stimolare la ghiandola sebacea, che è ovviamente molto stimolata.

Impostazioni privacy